Amarci ma a fatica / La nostra nuova campagna per Arcigay

17 Maggio 2024

Dove il pop incontra la sensibilizzzione, passando per la divulgazione. Arcigay ha lanciato la nuova campagna di sensibilizzazione per la Giornata Internazionale contro l'Omofobia, la Bifobia e la Transfobia. Firmata Pavlov.

Ultime News

Works
La nostra campagna di comunicazione per Arcigay nazionale
Amarci ma a fatica / La nostra nuova campagna per Arcigay
Works
i libri si sentono soli luigi contu per la vita dei libri
Con Luigi Contu per il lancio social del suo "I libri si sentono soli"
Advertising
Cosa è l'email marketing
E-mail marketing: perché è importante in una strategia di comunicazione 
Social network
guida alle misure delle immagini LinkedIn
Tutte le dimensioni delle immagini su LinkedIn: una guida completa, aggiornata al 2024
NotizieWorks
Abaco Grup raccontare l'eccellenza
Pavlov per Abaco Group: comunicare l'eccellenza
Social network
dimensioni ig
Le dimensioni delle immagini per i layout per Facebook: 5 template per le nuove pagine

Cosa significa?

Walled Garden
Ambiente tecnologico chiuso in cui il fornitore del servizio controlla rigorosamente l'accesso agli contenuti e le interazioni degli utenti
La nostra campagna di comunicazione per Arcigay nazionale
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

Abbiamo realizzato la nuova campagna di sensibilizzazione per Arcigay Italia, lanciata oggi 17 maggio in occasione della Giornata Internazionale contro l'Omofobia, la Bifobia e la Transfobia.

Abbiamo realizzato la nuova campagna di sensibilizzazione di Arcigay Nazionale, lanciata oggi 17 maggio in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omofobia, la Bifobia e la Transfobia.

Il messaggio di campagna

Il claim “Amarci ma a fatica” vuole mettere chiaramente in evidenza le difficoltà quotidiane affrontate dalle comunità LGBTQIA+, in Italia e non solo. Per farlo gioca con l’assonanza con una frase di una nota canzone dei CCCP: chi legge il manifesto quindi ricorda la canzone, magari la canticchia in mente, l’associa positivamente alla campagna e tende a non dimenticarsela.

Come infatti racconta nel suo sito la stessa Associazione “In Italia le persone gay, lesbiche, bi+ (bisessuali e pansessuali), trans* e non binarie, asessuali, intersex e queer non sono libere di essere sé stesse perché costantemente esposte alla discriminazione e alla violenza. 

Un “Amarci” che richiama l’amore tra due persone ma che si estende ache all’amore di una comunità che lotta per un fine comune, difficile ma non per questo non realizzabile. Una parola che però richiama specialmente un “Amarci” interiore, quel volersi bene e sentirsi accettati così come si è. Un tono quindi che non vuole essere negativo, ma rivendicativo e carico di orgoglio.

Il payoff “Rendiamolo semplice” chiude il messaggio con una call to action positiva, rilanciando la necessità di allargare il messaggio al di fuori della Comunità LGBTQIA+ e quindi rendere collettiva la richiesta di riconoscimento di diritti e sicurezza.

E ora, premete play e continuate a leggere

Il visual di campagna

Molto Pop.

Lo sfondo delle singole card della campagna multisoggetto richiama con allegria alle grafiche proprie della cultura Hippie, dove la varietà e l’allegria di colori vivi e accesi comunicava spensieratezza e ottimismo. Allo stesso tempo i colori utilizzati provengono dalle singole bandiere che sostituiscono l’universo LGBTQIA+, qui valorizzate anche singolarmente. Il richiamo al mondo Hippie è sottolineato dal font originale utilizzato per il claim di campagna.

In primo piano un gesto molto conosciuto tra i più giovani, il cuore coreano: un simbolo arrivato da noi non da molto tempo, reso celebre dalle celebrità POP Sud Coreane gettonatissime tra i più giovani anche in Italia. Il target di campagna si estende così dai giovanissimi (cuore coreano) ai meno giovani (testo che richiama, adattandolo, il testo della canzone)

La multisoggetto e l’obiettivo divulgativo

La campagna multisoggetto ha previsto 8 card differenti (una generale e sette declinazioni sui colori delle bandiere LGBTQIA+), diffuse da Arcigay sia sui social che in formato cartaceo nelle singole sedi della rete dell’Associazione in tutta Italia. Ogni card tratta quindi un focus specifico, dedicando anche uno spazio al racconto della storia che c’è dietro ogni specifica bandiera e dei suoi colori.

Una campagna quindi che non vuole chiudersi all’interno ma che sfrutta il canale e la visibilità della giornata per realizzare anche una importante attività di divulgazione verso l’esterno delle tematiche di interesse e delle particolarità della comunità tutta.

Al livello emotivo e virale si è quindi aggiunto un secondo obiettivo, quello divulgativo. Perché semplificando si raggiunge, ma argomentando si consolida un messaggio.

Le nostre campagne di comunicazione per Arcigay

Collaboriamo per le campagne di comunicazione di Arcigay oramai da diversi anni: siamo onorati della fiducia che ci presta e che cerchiamo di ricambiare con la creatività e la passione.
Qui a seguire i nostri ultimi progetti per il cliente:

Ultime News

Works
La nostra campagna di comunicazione per Arcigay nazionale
Amarci ma a fatica / La nostra nuova campagna per Arcigay
Works
i libri si sentono soli luigi contu per la vita dei libri
Con Luigi Contu per il lancio social del suo "I libri si sentono soli"
Advertising
Cosa è l'email marketing
E-mail marketing: perché è importante in una strategia di comunicazione 
Social network
guida alle misure delle immagini LinkedIn
Tutte le dimensioni delle immagini su LinkedIn: una guida completa, aggiornata al 2024
NotizieWorks
Abaco Grup raccontare l'eccellenza
Pavlov per Abaco Group: comunicare l'eccellenza
Social network
dimensioni ig
Le dimensioni delle immagini per i layout per Facebook: 5 template per le nuove pagine

Cosa significa?

CPC (Costo per click)
Il Costo Per Click (CPC) rappresenta una metrica di pricing in cui un inserzionista paga una tariffa predeterminata ogni volta che un utente clicca su uno dei suoi annunci.